ACQUE TERMALI ABANO
ACQUE TERMALI ABANO



. . .

ACQUE TERMALI ABANO

Gli stabilimenti termali di Abano sfruttano le qualità terapeutiche delle acque salsobromoiodiche litiose radioattive che sgorgano alla temperatura di quasi 90° C.
Si tratta di falde di acqua marina di antichissima data, forse di quelle stesse acque marine che un tempo coprivano questa parte di terra ora emersa.
Il complicato nome deriva essenzialmente dalla composizione chimica di queste acque, formate da cloruro di sodio, iodio e bromo, noti per la loro azione antinfiammatoria.
Fino al 1980 tante leggende e pochi studi termali avevano dato vita alla fama di Abano Terme riguardo alle sue acque benefiche e curative, ma dal punto di vista scientifico poco o nulla si sapeva della composizione di queste acque ed del perchè le sorgenti aponensi fossero davvero così uniche, anche se nel Settecento alcuni studiosi avevano già manifestato interesse verso le acque termali dei Colli Euganei.
Studi approfonditi condotti dall’Università di Padova e dal Centro Studi Termali Pietro D’Abano, nato appunto nel 1980, hanno permesso di stabilire che effettivamente le acque termali presenti nel sottosuolo dei Colli Euganei nascono dalle pioggie che cadono sulle Prealpi, precisamente sui Monti Lessini vicino Verona.
Le principali fonti termali sgorgano poi nella zona del Poggio di Montirone vicino Abano Terme, ma pochi sanno che le acque termali devono attraversare il sottosuolo per circa 100 Km ad una profondità di 3000 metri prima di arrivare alle preziose sorgenti.
Durante questo percorso le acque raggiungono in alcuni tratti temperature di 200°C, raffreddandosi poi nella risalita verso il suolo fino a 87°C, ed inoltre si arricchiscono di alcuni sali minerali fondamentali per la produzione delle particolari microflore con cui vengono lavorati i famosissimi fanghi di Abano Terme.
Oltre che per far maturare i fanghi, le acque salsobromoiodiche di Abano Terme vengono utilizzate nelle affezioni delle vie respiratorie.
Alcuni studi effettuati su questo tipo di acque hanno dimostrato che le acque salsobromoiodiche possono ritenersi un utile presidio contro patologie rinosinusali ricorrenti e croniche. In questo caso le acque vengono diluite, in quanto la loro concentrazione risulta molto più alta del necessario.
Molto interessante anche l'azione antisettica delle acque termali di Abano; il loro utilizzo in diverse terapie risolve spontaneamente alcuni tipi di infiammazioni offrendo inoltre per un certo lasso di tempo una sorta di protezione nei confronti di agenti patogeni esterni ed interni.

DISCLAIMER



Chi Siamo

ACQUE TERMALI ABANO

Contattaci


©2014 TERME LANDIA – Tutti i diritti riservati - Privacy Policy